Le Missioni Zambiane

Adozioni a distanza


Cominciammo questo progetto fin dall’inizio del nostro cammino, 1984, e oggi molti di questi bambini hanno potuto studiare, chi fermandosi al gr. 12, chi frequentando il College o l’Università, migliorando il proprio futuro, grazie a tanti gesti di “Amore gratuito”.

Allora non si conosceva questo mezzo di aiuto, oggi, potremmo dire che è inflazionato. Tutti sono meritevoli di aiuto, tanti sono i popoli bisognosi: occorre solo non sbagliare il MEZZO, il MODO e l’OBBIETTIVO.




 

IL MEZZO è il denaro che viene inviato direttamente dal gruppo ad ogni singola missione, dove si trovano gli adottati, che gestisce scrupolosamente quanto viene inviato, non ci sono intermediari.

IL MEZZO è incontrare, ogni 2 anni, questi bambini e ragazzi e le suore responsabili per dimostrare il nostro spirito di condivisione, il camminare insieme per un unico ideale e leggere negli occhi di piccoli e grandi tanta gratitudine, amicizia e fiducia.

IL MODO è l’ Amore Gratuito. “gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”.
Questo è il nostro modo di aiutare il fratello: non aspettare nulla in cambio.
Certo, se arriva la letterina o la fotografia aggiornata fa piacere, ma se non arrivano perché alle nostre suore viene richiesto, ogni giorno, di “sfidare” la Provvidenza, essere pronti ad accettarlo con fiducia.

L’OBBIETTIVO sono i bambini della missione di città o di foresta, del compaund o del villaggio. Bambini bisognosi di tutto, numerosi in ogni famigliola, ma mai abbandonati, sempre facenti parte di un clan, di grandi famiglie che si prendono cura, come possono, di piccoli e grandi. Talvolta si “perdono”, la suora non riesce più a contattarli, e non per cattiva volontà. Talvolta crescono davanti ai nostri occhi, riescono a studiare, ad avere un lavoro, diventano papà e mamme responsabili.

Ad oggi abbiamo 500 bambini adottati a distanza, di cui 41 al College o all’Università. Quest’ultimo impegno, ove lo sponsor non possa incrementare la quota di adozione,  per il gruppo, diventa insostenibile.

» indietro